Chi siamo

logo icbrusasco

L’Istituto Comprensivo di Brusasco è nato nell’anno scolastico 2000-2001 dalla razionalizzazione degli istituti scolastici aggregando la S.M.S. “ Fermi” di Brusasco con i plessi delle scuole primarie e dell’infanzia di Brusasco, Cavagnolo, Lauriano, Monteu da Po e Verrua Savoia .  Dall’anno scolastico 2016-2017, per effetto del nuovo dimensionamento, entrano a far parte dell’IC Brusasco  i plessi delle scuole di Casalborgone e San Sebastiano da Po.
L’Istituto accoglie allievi di un territorio molto vasto, prevalentemente a carattere collinare a forte dispersione abitativa che comprende otto comuni: Brozolo, Brusasco, Casalborgone, Cavagnolo, Lauriano, Monteu da Po, San Sebastiano da Po e Verrua Savoia.
——————————————————————————

Uno sguardo speciale sul nostro territorio:

Il grande fiume.
Mappa della diversità biologica e culturale del Po
(2014) clicca qui per vedere la mappa di comunità

Nell’anno scolastico 2013-2014, gli studenti dell’istituto comprensivo di Brusasco e quelli delle scuole Salesiane di Lombriasco, grazie ad un progetto del Parco del Po e della Collina Torinese, del Dipartimento di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio del Politecnico e Università di Torino e della Scuola del viaggio, hanno partecipato alla creazione di una mappa di comunità dell’area attorno al Po di Brusasco (e paesi limitrofi: Cavagnolo, Lauriano, Monteu da Po, Verrua Savoia) e della zona a sud di Torino, con riferimento a Lombriasco e alle zone circostanti.
La mappa racconta come il territorio sia cambiato negli anni e quanto sia stato in grado (e sarà in futuro) di preservare la “biodiversità”.
La biodiversità – al centro della ricerca dei ragazzi – è la compresenza di specie diverse di animali, piante, coltivazioni e prodotti all’interno di una stessa area. E’ il bene più prezioso del pianeta perché ne garantisce la sopravvivenza.
La biodiversità può inoltre riguardare la cultura degli abitanti di un territorio: ed è anche questo che i ragazzi hanno voluto raccontare, andando appunto (con l’aiuto delle Guide del Parco del Po) a caccia di interviste, fotografie, creando video, disegnando e scrivendo testi per questa grande mappa.

——————————————————————————