PER UNA SCUOLA CHE ASSOMIGLIA AL MONDO!

Nel mondo ci sono le terre
ed i cieli
non sono divisi in scaffali
nel mondo ci sono le fiabe
e le arti
non sono divise in reparti
nel mondo c’è un nido,
che è la tua classe
uscendo non trovi le casse
nel mondo ci sono maestri
un po’ maghi
ci sono, non solo se paghi
nel mondo il sapere che vuoi si conquista
nel supermercato si acquista
e allora rispondi
con una parola
com’è che la vuoi la tua scuola.

Bruno Tognolini

Vi aspettiamo per costruire una scuola che somigli al mondo e per costruire un mondo che somigli a voi.

Ricordiamo ai papà e alle mamme che per le prime due settimane la scuola funzionerà solo in orario antimeridiano come deliberato dal “Progetto Accoglienza” che da anni caratterizza le scuole del nostro Istituto e grazie al quale possiamo garantire un inserimento attento alle esigenze psicologiche, fisiche ed emotive dei bambini più piccoli.

Che sia un anno di crescita per tutti, grandi e piccini, insegnanti e genitori!

I vostri insegnanti

14 Settembre 2020: siamo pronti!

“…un colpo di gomma e avanti, in viaggio!”
Impariamo dai bambini a vivere con entusiasmo giorno per giorno,
ad aspettare il futuro con fiducia e a metterci insieme per raggiungere i nostri obbiettivi.
Sarà un anno particolare ma sarà, comunque, un anno di crescita, di esperienza e di lotta.
Può sembrare che manchi qualcosa ma abbiamo tutto ciò che ci serve davvero per trasformare un edificio in una scuola: bambini con voglia di crescere e insegnanti con la voglia di accompagnarli per un piccolo pezzo di strada.
Cominciamo a camminare!
Buon anno scolastico a tutti. 🏫

Giornata mondiale della sicurezza in rete

L’11 Febbraio, in occasione della giornata mondiale per la sicurezza in rete, i bambini di 5 anni hanno riflettuto insieme sull’uso che ciascuno di loro fa delle tecnologie di casa. I cellulari e i tablet esercitano un’indiscutibile attrazione sui bambini più piccoli e un utilizzo responsabile degli stessi può rappresentare un’ ulteriore occasione di apprendimento e crescita. Come sempre la differenza fra l’uso e l’abuso è determinata dagli adulti. È “nelle nostre mani”, questa volta è proprio il caso di dirlo.