OPEN DAY 18 dicembre

In data 18 dicembre i genitori interessati possono visitare la scuola secondaria di primo grado E. Fermi.

Vi aspettiamo alle ore 14:30 presso via delle scuole, 2 Brusasco.

Coglieremo l’occasione per fornire le necessarie delucidazioni su  come effettuare l’iscrizione e prendere un eventuale appuntamento ove vi fossero necessità di supporto digitale.

 

 

ORIENTAMENTO

La nostra scuola ha come finalità sempre valida quella di aiutare i nostri allievi a conoscere se stessi in modo critico, per poter operare delle scelte responsabili nelle diverse situazioni : questo fine viene perseguito prestando cura anche ad una costante azione di orientamento. Essa è realizzata nell’attività didattica quotidiana, individuale e collegiale secondo le esigenze e i momenti.
Questo significa che lo studente diventa, insieme con l’insegnante, il centro di un progetto formativo complesso che lo guida a rafforzare e sviluppare le proprie qualità individuali, ad acquisire competenze e strumenti per affrontare in modo più consapevole e adeguato il mondo che lo circonda. L’orientamento, così concepito, perde la sua connotazione di intervento realizzato in corrispondenza del passaggio dell’alunno dalla scuola dell’obbligo alla scuola superiore (orientamento in ingresso), ma diventa un elemento centrale di tutto il corso di studi della scuola ed entra nella programmazione di classe, non come attività aggiuntiva, ma come attività inserita tra gli obiettivi educativi e didattici di tutte le discipline.

 

CAMPIONATI STUDENTESCHI

Come ogni anno i nostri ragazzi prendono parte ai CAMPIONATI STUDENTESCHI. Il Progetto, curato dalle docenti di Educazione Fisica prof.ssa Cacciacarne Antonella, Prof.ssa. Camillo Paola destinato agli alunni della Scuola secondaria di 1° grado è finalizzato a promuovere la cultura sportiva tra gli alunni attraverso le attività sportive individuali e a squadre utilizzando l’attività motoria come strumento formativo efficace per combattere ogni altra forma di disagio e sofferenza scolastica, familiare e sociale, ed al contempo favorendo anche l’inclusione delle fasce più deboli e disagiate presenti nella nostra comunità scolastica.
L’attività dei gruppi sportivi sta entrando gradualmente a regime e l’entusiasmo legato ai primi risultati ottenuti sta motivando gli alunni rendendoli più partecipi agli allenamenti.
I primi risultati positivi raggiunti  hanno contribuito a migliorare lo spirito di aggregazione e socializzazione tra gli alunni e nel contempo ad acquisire una cultura sportiva ed un sano rapporto di competizione.

SIAMO PRONTIIIIII

Le vacanze volgono al termine e noi docenti stiamo lavorando per accogliere al meglio i nostri studenti.

Il nostro orario:

BRUSASCO
Lunedì 10 settembre

Tutte le classi

ore 8 – 11
Martedì 11

e mercoledì 12 settembre

ore 8 – 11
Giovedì 13

e Venerdì 14 settembre

ore 8 – 12
Da lunedì 17 a venerdì 21 ore 8 – 13

Ulteriori informazioni (riunione con i genitori, materiale ecc) saranno comunicati nella prima settimana di scuola.

“Un ballo alla corte di Luigi XVI”

Nel corso dell’ anno scolastico 2017/18 la classe II^A è stata impegnana in un progetto intitolato “Un ballo alla corte di Luigi XVI” che si proponeva come obiettivo di favorire l’inclusione e la coesione del gruppo, nonchè far emergere le abilità e le competenze di ogni allievo.

L’impostazione trasversale della progettazione ha coinvolto numerose discipline: Arte, Educazione Tecnica, Motoria, Francese ed Italiano. I ragazzi si sono impegnati nella realizzazione del copione, delle scenografie, dei materiali di scena e nelle coreografie settecentesche.

Il progetto si è concluso con un coinvolgente spettacolo in costume di tipo teatrale, ballato e recitato, che ha avuto luogo a Brusasco, presso il salone parrocchiale, il 29 maggio 2018.

Foto e video 

L’arma dei Carabinieri incontra i ragazzi

La scuola ha ospitato l’Arma deI Carabinieri per un incontro che si inscrive all’interno dell’educazione alla legalità”. E’ stata data la possibilità ai nostri allievi di terza  di confrontarsi su problematiche di estrema attualità, ricevendone l’autorevole riscontro da parte dell’Arma dei Carabinieri.

Costruire nei giovani la coscienza delle regole e di una positiva socialità anche attraverso l’analisi del fenomeno del bullismo, comportamento antisociale per eccellenza. Questa è stata la strategia del programma educativo, organizzato dai Carabinieri.

In questo senso l’interazione proficua fra Scuola e Arma dei Carabinieri (nella duplice veste di operatrice della sicurezza ma anche di educatrice) diviene una componente imprescindibile per creare la giusta alchimia nel processo di sviluppo del senso civico delle future generazioni.