CIBO BUONO-CIBO SANO

Anche quest’anno concludiamo con una merenda gustosa, genuina e ….ghiottosa! E’ arrivata l’ora della macedonia d’estate; la classe quarta, incaricata di preparare questa prelibatezza, ha acquistato al mercato ben undici qualità di frutta e nel pomeriggio, aiutati da alcune volenterose mamme, si sono impegnati a tagliare la frutta per tutti i bambini della nostra scuola. Con richieste di bis e di tris…..
E’ STATA SPAZZOLATA TUTTA!!!

25 Aprile

Il 25 aprile, in occasione dell’anniversario della Liberazione, il CCR ha partecipato alle celebrazioni a Brusasco e Marcorengo proponendo la lettura di due brani di autori molto amati dai ragazzi: Gianni Rodari e Italo Calvino.

Sulla neve bianca bianca

c’è una macchia color vermiglio;

è il sangue, il sangue di mio figlio,

morto per la libertà.

 

Quando il sole la neve scioglie

un fiore rosso vedi spuntare:

o tu che passi, non lo strappare,

è il fiore della libertà.

Quando scesero i partigiani

a liberare le nostre case,

sui monti azzurri mio figlio rimase

a far la guardia alla libertà.

 “la madre di un partigiano” di Gianni Rodari

 O ragazza dalle guance di pesca

o ragazza dalle guance d’aurora

io spero che a narrarti riesca

la mia vita all’età che tu hai ora.

Coprifuoco, la truppa tedesca

la città dominava, siam pronti

chi non vuole chinare la testa

con noi prenda la strada dei monti

Silenziosa sugli aghi di pino

su spinosi ricci di castagna

una squadra nel buio mattino

discendeva l’oscura montagna

La speranza era nostra compagna

a assaltar caposaldi nemici

conquistandoci l’armi in battaglia

scalzi e laceri eppure felici

Avevamo vent’anni e oltre il ponte

oltre il ponte ch’è in mano nemica

vedevam l’altra riva, la vita

tutto il bene del mondo oltre il ponte.

Tutto il male avevamo di fronte

tutto il bene avevamo nel cuore

a vent’anni la vita è oltre il ponte

oltre il fuoco comincia l’amore.

Non è detto che fossimo santi

l’eroismo non è sovrumano

corri, abbassati, dai balza avanti!

ogni passo che fai non è vano.

Vedevamo a portata di mano

oltre il tronco il cespuglio il canneto

l’avvenire di un mondo piu’ umano

e più giusto più libero e lieto.

Ormai tutti han famiglia hanno figli

che non sanno la storia di ieri

io son solo e passeggio fra i tigli

con te cara che allora non c’eri.

E vorrei che quei nostri pensieri

quelle nostre speranze di allora

rivivessero in quel che tu speri

o ragazza color dell’aurora.

Avevamo vent’anni e oltre il ponte

oltre il ponte ch’è in mano nemica

vedevam l’altra riva, la vita

tutto il bene del mondo oltre il ponte.

Tutto il male avevamo di fronte

tutto il bene avevamo nel cuore

a vent’anni la vita è oltre il ponte

oltre il fuoco comincia l’amore.

Avevamo vent’anni e oltre il ponte

oltre il ponte ch’è in mano nemica

vedevam l’altra riva, la vita

tutto il bene del mondo oltre il ponte.

Tutto il male avevamo di fronte

tutto il bene avevamo nel cuore

a vent’anni la vita è oltre il ponte

oltre il fuoco comincia l’amore

 “Oltre il ponte” di Italo Calvino

Ecco le foto…

Croce Rossa

Gli alunni della classe 5^ ,lunedì 15 aprile, si sono recati presso la nuova sede della Croce Rossa di Lauriano. I bambini hanno potuto constatare quanto illustrato teoricamente dal Presidente Emilio Cosola e da alcuni volontari della Croce Rossa a scuola. Dopo la visita alla struttura,  hanno partecipato alla simulazione di un intervento; in un secondo tempo hanno potuto vedere tutte le attrezzature in dotazione sull’ambulanza e fare un breve giro sul mezzo a sirene spiegate. L’esperienza si è conclusa con la consegna ,da parte del presidente, di un attestato di partecipazione a tutti i bambini.

 

Ecco le foto…

INTERESSANTE VISITA GUIDATA AL MUSEO PALEONTOLOGICO .

 

Giovedì 11 aprile  la classe 3^ ha visitato il Museo Paleontologico  ospitato nel Palazzo del Michelerio di Asti, nel quale è esposta una delle più importanti  collezioni di cetacei fossili ritrovati in Piemonte.

Nei locali seminterrati sono stati trattati, da una guida molto competente, gli argomenti della paleontologia generale attraverso spettacolari testimonianze fossili, tra cui balene e delfini.

In un grande acquario gli alunni hanno potuto ammirare la ricostruzione dal “vivo” di un fondale marino corallino, riferibile a quelli presenti circa 20 milioni di anni fa nella zona attualmente corrispondente alla Collina di Torino.

Molto coinvolgenti sono state le attività di laboratorio e l’escursione guidata nei siti paleontologici attrezzati,nei quali si  possono vedere affioramenti che mostrano i fossili.

 

Ecco le foto…