The gingerbread man history

Conoscete la leggenda dell’omino di pan di zenzero?

Noi abbiamo conosciuto i suoi personaggi

Che poi abbiamo incontrato nel cartone pandizenzero inglese che ci ha spiegato la storia.

Dopo abbiamo controllato se i personaggi comparivano nella vicenda proprio come erano stati posizionati sulla lavagna; abbiamo dovuto fare delle correzioni…
Infine…
Abbiamo visto la ricetta in inglese…per chi volesse provarla con i genitori eccola:

Chagall


Un lavoro che ci ha appassionato!
Abbiamo conosciuto Chagall nella sua lunga vita, attraverso delle diapositive delle sue opere dagli insegnantiche attraverso esse hanno ricostruito la sua vita, ma anche attraverso la testimonianza di suoi amici poeti che hanno descritto con parole, opere che gia’ sono da sole poesia.
Mark CHAGALLnon si e’ sempre chiamato cosi’; nasce a Vitebsk, in Bielorussia, da una famiglua ebrea, col nome di Moise Shagal
Ecco la sua citta’

In questa citta’ inizia fin da bambino a sognare di diventare un artista, forse come lo zio che suona il violino in sinagoga e a lui appare come una specie di fachiro con poteri magici…

Eccolo a popolare i tetti della citta’ come i tanti personaggi ” liberi” che si staccano dalla vita reale e perseguono i loro sogni e anche la loro spiritualita’.
Ecco lo zio visto da noi…


Nei suoi quadri domi ano i colori del rosso, del rosa, che rappresentano l’amore; non solo per la donna di cui si e’ innamorato da giovanissimo povero pittore ( Bella) ma anche per Dio che avra’ sempre un ruolo importante nella sua vita.



Altro elemento importante e’ il circo che egli ama moltissimo.
Chagall e’ stato un artista che ha spaziato su piu’ esperienze: murales, affreschi, anche un soffitto dell’Opera’ di Parigi e’ suo…
E anche le vetrate che ha iniziato a realizzare dopo il suo trasferimento negli Usa a seguito delle persecuzioni razziali in Europa.

Avvento

Anche quest’anno i nosttri genitori si sono impegnati per farci trascorrere un periodo dell’avvento pieno di sorprese! Ogni giorno da un filo, appeso nell’aula dell’accoglienza, stacchiamo un cartellino che dietro al numero del giorno riporta una frase su cui riflettere

Un momento dolce: che puo’esserlo letteralmente,cioe’costituito da dolcetti con cui iniziare la giornata, oppure dolce per l’animo: un gioco didattico che ci intrattenera’ con intelligenza nei nostri intervalli ( a proposito mille grazie per “Dixit”, ci piace tanto); oppure un cartone che ci spiega come mai in tanti posti si festeggia San Nicola, e ci fa commuovere; oppure ancora un’esperienza del suono dell’universo espresso da una campana tibetana…


Tante altre esperienze sappiamo ci attendono… Grazie, grazie tante
Ecco alcune delle nuove esperienze…

Letture animate
E al 18/12… musica!

Oggi la mamma di Erik e Jan ci ha deliziati con l’arpa

…Continuiamo a leggere…

Oggi il prrsonaggio che ci e’ venuto a leggere delle storie e’una mamma, che e’ anche una volontaria della bibblioteca di Verrua Savoia, si chiama Marilena e ci ha deliziato con una lettura animata di alcuni libri in dotazione alla biblioteca.
Ha fatto due incontri, separati per fasce d’eta’, dove abbiamo assaporato il gusto dell’ascolto e ci siamo divertiti tanto!
Al termine ci ha lasciato a prestito una valigia di libri che per un mese potremo scambiarci e leggerli o farceli leggere, a casa, dai nostri genitori


Ad inizio attivita’ con i piu’ grandi

Dopo venticinque minuti…